la staffetta della vita uau magazine
Uau People

Il fantastico mondo delle illustrazioni di Veronica Mencacci

avatar
Scritto da Sara Pellegrini

Per disperdere i pensieri, per fissare un concetto, per urlare le proprie emozioni. L’illustrazione come veicolo di parole mute. Ho conosciuto prima Veronica Mencacci e poi il suo mondo fatto di colori dinamici e figure frizzanti. Intervistarla è stato come bere da una colorata tazzina di caffè in un cupo pomeriggio di Settembre. Una coccola per l’anima.

L’illustrazione digitale è una forma di arte nata recentemente. Come hai deciso di intraprendere questa strada e qual è stato il tuo percorso di formazione?

L’illustrazione per me è una grande forma d’arte. Sono nata su carta con un percorso formativo immerso nelle arti, frequentando l’Istituto d’Arte sezione architettura dove ho acquisito una spontaneità sullo sketch, poi l’Accademia di Belle Arti sezione grafica tradizionale e tanta incisione dove ho acquisito precisione e pazienza. Poi è arrivato il mio salto nel digitale ufficiale, in ISIA dove sono stata messa alle prova con il voler realizzare ogni progetto dentro uno schermo. Adesso sono un libera professionista dall’illustrazione all’animazione, che impara ogni giorni cose nuove.

Veronica Mencacci
Veronica Mencacci

Quali sono i temi che ti piace affrontare e quale tuo progetto ricordi con più soddisfazione?

La mia illustrazione ha un’impronta molto giocosa, colorata e morbida che affronta tematiche sentimentali, dolci e dove puoi immaginare tante storie.

Veronica Mencacci

Uno dei tuoi ultimi lavori è quello sull’Oroscopo con calendario 2022 dedicato. Perchè questa scelta?

Il mio progetto illustrato sull’Oroscopo 2022 (seconda edizione) dal colore corallo e rosa antico è nato dalla voglia di raccontare ogni segno zodiacale in modo femminile con un vestito immaginario di pura personalità. La mia nota ribelle è innamorarsi di ogni segno e sognare per tutto il 2022. Il calendario raccoglie 12 illustrazioni dedicate come singoli speciali mesi, una copertina che le racconta in gruppo e un oroscopo di lettura che consiglia e fa sorridere il lettore.

Veronica Mencacci

Hai qualche illustratore al quale ti ispiri o uno stile grafico a cui ti senti più vicina?

Ci sono troppe matite da amare. io amo Gipi (gipigianni), con il suo tratto spontaneo, amo il colore e la simpatia di Daniel Cuello e nel 2021 il mio amore per Laura Lhuiller.

Un sogno che tieni nel cassetto da tempo che ti piacerebbe realizzare

Mah ti confesserò che sono molto felice del mio percorso lavorativo, ma se dovessi per caso trovare la chiave giusta mi piacerebbe creare una storia illustrata ed essere distribuita all’estero.

Veronica Mencacci

Qual’è il percorso formativo e di vita che consigli a chi si affaccia oggi al mondo dell’illustrazione?

Non smettere mai di illustrare, circondarsi di persone creative, disegnare con gli sconosciuti, frequentare brevi percorsi artistici e formativi e far vedere sempre la propria natura artistica. Per il mondo attuale consiglierei un corso di 12 mesi di illustrazione o animazione, un affiancamento lavorativo e poi buttarsi nel lavoro dell’illustrazione, case editrici o commissioni. Crearsi un buon portfolio e credere sempre nel potere dell’arte.

C’è un soggetto che ti piace più di tutte rappresentare? Hai mai provato/pensato di raffigurare il tuo alter ego e trasformarlo in un personaggio?

Le persone e gli animali sono i miei preferiti, buone espressioni, ottimi abiti e li posso collocare in mondi e fogli bianchi. Si avevo pensato di creare un personaggio, c’avevo provato… però poi mi sono annoiata e ho cambiato stimolo. Un grande personaggio deve guadagnarsi il giusto merito. Io voglio meritarmi più personaggi, brevi ma nuovi ogni giorno.

Quali sono le differenze pratiche e non fra il disegno digitale e quello fatto su carta (o altro supporto)? Può il digitale esistere senza il disegno su carta?

Disegnare su carta per me è come svegliarsi e fare colazione. Uno dei momenti più intimi che puoi creare con te stessa. Ho sempre disegnato su carta, mi viene naturale. Nel mio percorso lavorativo ho acquisito capacità di disegno vettoriale. Per poter animare i miei soggetti quindi mi sono detta: “Qual’è la via di mezzo fra carta e Mac?” Comprarsi un iPad e andare a disegnare dove vuoi. Ho perfezionato la mia capacità digitale, disegnato con amiche con i propri iPad dentro una caffetteria, da sola dentro a un treno e si anche dentro a un letto durante la notte. Il digitale ti dà una possibilità di crescere molto di più, ma la sfida più grande è dare personalità e vedere te stessa come quando eri su carta. Consiglio a tutti di iniziare su carta e provare il digitale. Adesso adoro illustrare dentro a uno schermo ma ricordiamoci che possiamo stampare sempre su una bellissima carta.

Regola n1: inseguire i propri sogni SEMPRE
Regola n2: rileggere la regola n1….Eh si perchè spesso è importante rileggere gli obiettivi che ci siamo fissati e ricordarci che i nostri migliori alleati sono i nostri talenti. Il mondo di Veronica Mencacci arriva dritto al cuore. E’ unico ed essenziale. E’ colorato di sogni e determinazione. Ed è quello di cui tutti abbiamo bisogno. Ogni giorni di più.

Per l’acquisto del calendario è possibile scrivere a Veronica Mencacci su instagram @veroillustration

o all’indirizzo mail: veronicamencacci@gmail.com

Sara Pellegrini

Sending
User Review
5 (1 vote)