la staffetta della vita uau magazine
Cultura

L’uomo d’azione

carlo calenda
avatar

Carlo Calenda è da sempre un uomo d’azione, uno abituato a prendere decisioni estreme, tipo lavorare in Ferrari o iscriversi a Scelta Civica. E’ troppo facile accusarlo di essere un figlio di papà (o di mamma) e di appartenere all’elite, così come è troppo facile tirare fuori la storia del pariolino che si crede di essere più degli altri e meglio degli altri.

Carlo Calenda è uno tosto, uno che è convinto di aver fatto benissimo il Ministro e di meritare uno spazio da cavallo di razza in questa politica popolata da ronzini: Calenda è così tosto, così moderno, così liberal, da non capacitarsi del fatto che tutte le forze politiche, il Vaticano e magari pure Frau Merkel non lo abbiano contattato per costituire un governo e risolvere tutti i problemi del Paese.

Intanto, però, la sua campagna elettorale da Sindaco di Roma scatena le ironie dei social, mentre i suoi interventi politici a sostegno del movimento da lui Creato (“Azione“) hanno giustamente attirato l’interesse di Maurizio Crozza, che del nostro eroe ha prodotto un’imitazione memorabile.

Ma siccome il nostro eroe non vuole farci mancare nulla, ecco l’ultima perla della sua encomiabile sfilza di boiate galattiche: egli è un candidato forte ed autorevole per la carica di Sindaco di Roma, ma siccome ha senso civico è pronto a lasciare spazio all’unico candidato migliore di lui, ovvero… Francesco Totti!

Ecco, appunto, Francesco Totti, perchè siccome Carlo Calenda ha uno standing internazionale egli è capace di votare i grandi calciatori, come fanno i fuori di testa delle favelas brasiliane che votano Zico, Pelè e Romario anche se costoro hanno il buon senso di non candidarsi. Buon senso che, almeno spero, non manca neppure a Totti, che magari non ha studiato ma almeno ha sempre dimostrato di conoscere i propri limiti, come quando firmò la prefazione di un libro di barzellette su di lui nel quale, tutto sommato, si sostituiva ai carabinieri.

carlo calenda

Qui casca l’asino, però, dal momento che alla fine Carlo Calenda qualcosa da condividere con Totti ce l’ha: il libro di barzellette.

Suggerimento per Maurizio Crozza: Mauri, appena hai finito le puntate del tuo show, fai un pensierino anche al libro di barzellette su Calenda. Magari, se hai bisogno di aiuto, fammi sapere.
Sarebbe un best seller!
Stefano Del Giudice

Sending
User Review
0 (0 votes)

Scrivi un commento