Cult - ura

Una scultura dedicata al mostro di Loch Ness e un nuovo Catalogo per Filippo Biagioli

avatar
Scritto da Irene Pagnini

Spesso il lavoro di un artista va al di là del semplice realizzare opere chiuso in uno studio, spesso il lavoro di un artista è stare ore e ore al telefono e questo si intreccia proprio con quello che più all’artista compete fare: adoperare pennelli, gestire il proprio archivio personale, ricercare minuziosamente nuovi materiali per poi svagare la mente e poi fare affiorare nuove idee. Si tratta di un periodo complesso di magma creativo e comunicativo, quello stesso periodo da cui sono nati gli ultimi lavori di Filippo Biagioli. Di uno di questi parliamo in questo articolo, si tratta del Catalogo Ragionato dell’Opera vol.2., un libro cartonato di formato a4 che racchiude in 278 pagine tutte le opere create dal 2018 al 2023.

Catalogo Ragionato dell'Opera

La parola all’autore.

“Alle mie opere ho voluto dare ampio spazio. Il primo volume (quello del 2018) soffriva del fatto che avevo dovevo condensare tutta la mia produzione, che all’epoca era vastissima, in poco più di 300 pagine. Ne era venuto fuori un prodotto editoriale abbastanza buono, ma non proprio come volevo io. Il Catalogo Ragionato dell’Opera di Filippo Biagioli vol.2. no doveva essere completo. Oggi ho potuto e voluto dare più visibilità alle opere e giocare anche con errori tipografici, mentre lo impaginavo. Per l’impaginazione devo ringraziare Sofia Ancillotti, interior e exhibition designer, che ha scritto il testo di introduzione al volume.”

In concomitanza all’uscita del libro, quasi come per festeggiare l’evento, è stata collocata presso il giardino di Fabiani Arte a Montecatini Terme, una scultura dedicata al mostro di Loch Ness. L’opera realizzata in ferro, acciaio e smalti, misura quasi 3 metri in lunghezza e 2,5 in altezza è stata assemblata proprio nel periodo di nascita del Catalogo Ragionato dell’Opera di Filippo Biagioli vol.2.

“Per la prima volta ho lavorato seriamente il ferro. sono imbranatissimo a saldare i metalli ma questo materiale ti regala molte possibilità creative! Dettaglio per un artista da non sottovalutare. Le aziende vicino a me (che ringrazio), mi hanno regalato delle leghe di scarto e con queste ho cercato di ricreare il mostro di Loch Ness.”

Catalogo Ragionato dell'Opera

Perché ho scelto la leggendaria Nessy? Non lo so di preciso, ma nel luogo dove andava posizionata la scultura, ci stava benissimo e così ho dato il via alla realizzazione. Divertente lo è stato molto, tant’è che ne ho estratto anche un corto per la tv.”

“Come sempre, devo ringraziare tutti coloro che mi hanno supportato in questo mio nuovo passo: Matteo Puma, Luca Lucarini, Tecnolamiere, Meeting Art, Fabiani Arte, Cum Venio, Claudio Maria Balocco, Paola Bertolazzi, Sofia Ancillotti, Archivio Filippo Biagioli, Renato Luparia e Stefano Di Cecio.

Sending
User Review
5 (1 vote)