Cult - ura uau music

Alla scoperta di… ZIARA: voce solare!

avatar
Scritto da Alessio Arcaleni

Intervista a ZIARA, voce splendida e solare

Alessio Arcaleni per UAU CULT

Ho avuto il piacere d’incontrare Chiara Rossi, in arte ZIARA, giovane cantautrice Fiorentina, che l’ha vista esordire in produzione indipendente, con il suo primo brano ” Com’è il mare” ad Aprile 2023. Ma la sua vita artistica comincia alcuni anni prima, calcando le scene musicali sull’isola di Lanzarote, nell’arcipelago delle Isole Canarie in Spagna e partecipando in seguito al programma televisivo “The Voice” Spagna (“La Voz-España”) nell’anno 2020.

ZIARA è un’artista indipendente, che riesce a trasmettere la sua continua voglia di ricerca di nuovi stili musicali lasciandoci ogni volta estasiati. Nel Febbraio 2024, esce il singolo “Filo” che inaugura il suo nuovo progetto ed anticipa l’uscita del nuovo brano “Trankila mamà”, uscito lo scorso 3 Giugno. Ne sentiremo parlare di ZIARA, una cantautrice bella, solare che riesce a coinvolgerti in ogni sua interpretazione, trasmettendo energia e passione.

Chi è ZIARA?

Sono una cantante e cantautrice nata in Toscana. Artista poliedrica, mi piacciono moltissimi stili musicali che con il tempo mi hanno influenzata nel mio percorso artistico. Dopo la mia esperienza spagnola volevo incontrare la forma migliore per esprimere le mie emozioni; quindi, ho deciso di cominciare a scrivere la mia storia, perché sentivo che la musica mi stava aiutando a crescere interiormente. Io la musica la utilizzo da sempre come medicina… sfogarmi scrivendo quello che sento dentro di me, mi aiuta a crescere. Ho iniziato quando avevo 13 anni ed è stata da sempre una grande passione in continua evoluzione.

Tre aggettivi per descrivere la tua musica

Ciò che scrivo e canto è sicuramente vero e sincero perché i testi scritti in italiano e spagnolo rappresentano me stessa, le mie emozioni e le vicende davvero accadute; Quindi, direi che la mia musica è: VERA, CONTAMINATA DA VARIE CULTURE, ENERGICA E TAGLIENTE.

Se non fossi musicista saresti… Sarei una DJ!!! E se proprio devo dire qualcosa fuori dal contesto musicale, direi pittrice… attenzione! Mi piacerebbe tantissimo saper dipingere, penso che sia un’arte bellissima. Ho seguito la musica perché mi sono accorta che ero brava e portata a farla. Ogni persona dovrebbe trovare la sua “missione” e questa è la mia. Occorre solo sapere qual è il tuo talento nella vita e lasciarsi andare, il resto viene da solo; quindi, non potrei essere nient’altro se non essere una cantante e cantautrice.

ZIARA alla scoperta di una voce splendida e solare

La tua canzone “biglietto da visita”

Il brano che mi rappresenta di più in questa fase del mio percorso è sicuramente “Filo”. Un brano che fa capire il mio carattere forte e deciso e che descrive come affronto i momenti difficili che la vita mi pone davanti. Mi rialzo sempre e questi momenti non particolarmente felici, sono per me essenziali per arricchire il mio percorso personale, ma soprattutto artistico.

Il verso di una tua canzone che ti racconta meglio

“Mi alma esta hecha de Crystal”, “la mia anima è fatta di cristallo”; una frase scritta nell’ultimo brano “Trankila mamà”. Questa frase mi rappresenta molto! Molte persone, me compresa, hanno un’anima più fragile come un cristallo delicato, instabile…tutti i cuori lo sono!! Ma se sono fragili sono VIVI e questa sensazione, è l’unica cosa che conta! Almeno per me. Questa è già una buona base da cui partire per costruire qualcosa. Questo è quello di cui parlo in Trankila mamá. Vi invito infatti ad ascoltarla, soprattutto per gli amanti del dark pop.

La canzone che avresti voluto scrivere

Quella che uscirà il prossimo mese! É stato uno sfogo tutto in freestyle davanti al microfono. Quell’istinto di farla così velocemente e avere questa libertà senza schemi è stato un momento artistico molto elettrico per me. Per la prima volta ho saputo reagire a delle provocazioni lanciate da parte dei cosiddetti “leoni da tastiera”, ho saputo usare bene le mie armi pacifiche, ovvero la musica e qualche strofa un po’ più arrabbiata! Sono molto orgogliosa di me! Il risultato è stato un bel lavoro. Quindi alla fine, come detto, nella risposta precedente, anche questo fa da esempio. Ogni cosa che accade non è sintomo di fragilità o momenti difficili, bensì OPPORTUNITÀ di rivalsa e crescita. Li dovrò ringraziare tutti quindi…

Tre canzoni (di altri) che ami e perché

“MAGIC” dei Coldplay, la amo perché a mia interpretazione personale parla della magia di stare con qualcuno, ma quando la canto io penso che sia riferita alla mia relazione con la musica. Non puoi farne a meno e vuoi che quella magia musicale torni sempre in te. È una canzone che canto spesso prima di iniziare i miei concerti, mi rilassa e mi aiuta a concentrarmi per potermi connettere meglio con me stessa e con il mio canto. con il mio corpo. Un’altra è sicuramente “SIEMPRE ME QUEDARA” di Bebe, una cantante spagnola. Una canzone che adoro ed è avvolgente e malinconica. La frase che dice: ” siempre me quedara, la voz suave del mar, volver a respirar…” tradotta significa:” Avrò sempre la voce dolce del mare, respirerò ancora”. Mi ci identifico molto; anche io ho scritto una canzone che parla del mare. Sono abbastanza ossessionata dal mare, dai suoi segreti, dalla sua profondità, dal suo buio e dal suo silenzio. Perché in questi ultimi anni ho scoperto un tipo di approccio alla vita differente. Ho introdotto la calma e il silenzio che per me sono molto importanti per raggiungere la pace interiore, prima di iniziare a scrivere una mia nuova canzone. Uso un po’ le canzoni di altri, come una specie di mantra oltre che per imparare altre tecniche di canto o affinare le mie. Per ultima canzone invece direi, “Bad Romance” di Lady Gaga. Uso spesso il suo repertorio quando sono più carica e meno stanca, quando sento il bisogno di sfogarmi di più. Mi piace qualsiasi canzone cantata da lei! Chiaramente è LEI la Regina del Pop mondiale, almeno per me! La musica è una medicina e per ogni sintomo devi prendere quella giusta. Stesso principio vale per il canto, devi ascoltare prima come ti senti interiormente e poi scegliere la canzone più giusta della giornata e cantarla. Canto veramente tanti generi diversi.

Il disco che ti ha cambiato la vita

Pink Floyd “The Dark side of the Moon”! Senza alcun dubbio! Quando ho scoperto i Pink Floyd ero molto molto piccola e sentendo la loro musica e il loro OSARE facendo completamente degli esperimenti pazzi usciti bene, ho pensato: La musica è libera per loro… wow! NON AVERE SCHEMI e REGOLE mi ha colpito tanto! Sarà anche perché caratterialmente sono sempre stata un po’ ribelle! Ho pensato quindi che la musica potesse sempre evolversi, senza rimanere chiusa in degli schemi già prescelti e questa per me è la cosa più importante nel mondo dell’arte, ma anche personale. La libertà di esprimersi come uno VUOLE. I Pink Floyd mi hanno aperto la mente e mi hanno regalato i brividi più grandi sulla pelle.

Il duetto dei tuoi sogni: con chi

Senza alcun dubbio pensando al panorama italiano direi Jovanotti. Per il suo modo di vedere la vita e di curare il mondo, utilizzando la semplicità di molti suoni mischiati, trattando di culture e viaggi diversi, credo che sia unico! mi sento abbastanza nomade del mondo e penso che lui sia molto più simile a me rispetto ad altri. Un altro nome potrebbe essere Piero Pelù, giusto perché anche io sono di Firenze e quindi c’è una certa magia e sicuramente una forza in comune.

Di quale film vorresti scrivere o aver scritto la colonna sonora

Di sicuro avrei voluto fare La colonna sonora di 007! Penso che “GOLDEN EYE” sia l’apice della bellezza, della seduzione e della forza. Cantata da Tina Turner!! Anche “SKYFALL” cantata da Adele! Anche quella di Billie Eilish? NO TIME TO DIE…insomma mi sarebbe piaciuto fare delle colonne sonore per IL FILM DI JAMES BOND,… ma le idee ci sono. VEDRETE più AVANTI! Ho scritto delle cose che mi piacerebbe sicuramente presentare ad alcuni film o anche a Netflix.  

Come e quando nascono le idee per le tue canzoni?

Sicuramente posso dire che nascono dalle mie emozioni. La musica la utilizzo come sfogo e medicina. Quando ho una bella giornata o brutta che sia. Quando sono triste e arrabbiata “funziono” addirittura meglio!! Perché l’emozione essendo più forte, è come la passione… si brucia più velocemente. In genere quando sono arrabbiata, mi viene la prima stesura del testo già completa nella prima mezz’ora. Prego tutti di non essere disturbata e scrivo…poi vado a registrare nella mia stanza. Insomma, le bozze le creo tutte io, quindi cerco sempre di chiudermi nel mio studio e non uscire fino a che il progetto non è ben definito. Alcune volte esco da quella stanza solo per mangiare e poi rientro fino a notte fonda. Penso che i progetti astratti debbano essere così davvero. Focus, concentrazione, intensità e connessione solo con te stesso, sono il pane quotidiano per l’arte in generale. Sono ispirata da tutto ciò che vedo intorno a me, soprattutto cerco di ascoltarmi e quando sento la necessità di scrivere, lo faccio davvero su quello che mi è successo e sulle cose che vivo. Le mie canzoni sono capitoli importanti della mia vita. Nel bene o nel male, cerco sempre di metterli su musica.

ZIARA alla scoperta di una voce splendida e solare

Che cosa sul tuo conto è stato detto ma che ci tieni a far conoscere maggiormente?

Che non si capisce ancora chi sono!!! Sfido chiunque però a far capire 31 anni di vita e spiegarlo in un solo anno di lavoro. Chiaramente sono cosciente che ci vorrà il tempo giusto perché il pubblico possa apprezzare la mia storia, le mie canzoni. Quello che più riscontro è una certa confusione. Sembra che oggi musicalmente occorra “ESSERE TUTTI UGUALI” inseguire un solo genere padrone, ovvero uno stile unico e sempre uguale che sia legato al tuo personaggio. Non abbiamo capito che la musica si muove intorno al sentimento dell’artista e che NON può essere sempre uguale. Nessuno è MAI UGUALE! Ogni giorno cambiamo, ci evolviamo, andiamo avanti e impariamo! Quindi come possiamo scegliere di rappresentare una sola sfaccettatura quando in realtà mutiamo ogni giorno! Io nei momenti peggiori scrivo le canzoni migliori, la verità dentro mi parla. Spesso sembra che le persone decidano il vestito o la verità da cucirti addosso. Io ho scelto di NON essere niente ma incominciare a capire che sono TUTTO; quindi, voglio essere libera di cambiare i miei stili, i miei pensieri, i miei sentimenti. Sono un’artista poliedrica e questo mutarmi di continuo è la parte che preferisco di me! NON CAMBIEREI PER NULLA AL MONDO! Proprio per questo quando mi chiedono informazioni al riguardo, tendo a sottolineare questo aspetto. La musica e l’arte UNISCONO, NON SEPARANO, quindi per me è importante fare molti generi diversi, perché la musica è piacevole tutta! Dovrebbe essere libera per arrivare a tutti! Perciò dovrebbe sempre cambiare! È come dire: “scegli tra i tuoi sentimenti di rimanere tutti i giorni della tua vita sempre allegra! Ce la faresti??” La verità è che siamo animali, perquisito mutiamo!

Vacanze: mare o montagna, avventura, cultura o natura?

Che domanda bella!! Tra una settimana partirò per qualche giorno, destinazione mare. Preferisco tutto, basta che sia vacanza, come tutti dai! Penso che ogni luogo abbia una funzione. Mi piace da morire il mare, infatti, scrivo tanto su questo tema! Mi rilassa, mi collega, mi piace stare sotto l’acqua in silenzio, proprio per ascoltare quello che alcune persone evitano sempre, il silenzio. Mi piace anche tantissimo il bosco, nonostante ce l’abbia proprio dietro casa e adoro sentire cantare gli uccellini, vedere le foglie brillare, vedere tutta la vita intorno a me. MI piacciono anche tanto le montagne ma non so per esempio sciare; quindi, tutto quello che mi piace visitare deve essere percorribile a piedi. 🙂 Mi piace molto camminare e vorrei anche imparare a scalare, voglio vedere se ho paura delle altezze, perché ancora non lo so. In mezzo alla natura ho già tutto.

Cosa ami fare nel tuo tempo libero?

Tra poco entrerà a far parte della mia vita, “Skyler” una lupa Cecoslovacca che ho adottato in un centro cinofilo. Infatti, approfitto per ricordare quanto sia importante prendere un compagno così fedele nella tua vita. Non vengo a vendermi come perfetta, soffrivo e soffro ancora di ansia… questi sono sintomi che puoi dimenticare di avere se hai accanto a te queste creature. Manca poco, ma tra un mese e mezzo verrà a casa con me e sarà bellissimo!! Avremo un sacco di cose da vivere insieme e quindi tantissime passeggiate nei boschi da fare! Il mio tempo libero adesso lo immagino con lei. É una canina adulta, ha 9 anni! La prendo perché è stata abbandonata varie volte, la storia mi ha toccato perché simile alla mia e mi impegnerò a farla felice fino al suo ultimo giorno terreno. La prendo come una missione. Quando sono libera mi piace sparire, spegnere il cellulare e staccare la testa da tutto, leggendo un buon libro o ascoltando un buon vinile a casa.

Progetti futuri?

Ne ho tantissimi, spero solo di aver più tempo possibile per realizzare tutto quello che vorrei creare. Mi piace la musica, ma chi mi conosce bene sa che amo l’arte in generale, il teatro e il cinema mi piacciono molto, quindi si ho alcuni progetti. Ma ancora ho tutto abbastanza astratto in testa. Tendo sempre a vivere nel presente, quindi vedremo un po’ più in là. Per il momento mi dedico a scoprire di più sulla mia persona per poter scrivere al meglio i miei prossimi singoli!

Sending
User Review
0 (0 votes)

Scrivi un commento