uau music

‘Perderci nell’attimo’ l’intervista a SELMI

avatar
Scritto da Elena Barbati

Perderci nell’attimo‘ (Asian Fake /ADA Music Italy) è il primo progetto discografico del cantautore lucchese Niccolò SELMI, che ha scelto proprio il suo cognome come nome d’arte. Classe 2001 e concorrente della scorsa edizione di X Factor, SELMI si sta facendo notare per la sua identità artistica, caratterizzata da generi contrastanti e da un animo riflessivo e puro, che lo porta a vivere (e scrivere) la musica con delicatezza e sensibilità.

Perderci nell'attimo

Abbiamo scambiato con lui due chiacchiere a pochi giorni dall’uscita del suo EP:

Ciao Selmi! Benvenuto su UAU Magazine. È appena uscito il tuo primo EP, Perderci nell’attimo, ci racconteresti com’è nato questo progetto?

Il progetto nasce molto banalmente volendo fare musica. Premevo per far sì che potesse essere effettivamente un biglietto da visita, in qualche modo. Dal momento in cui io tendenzialmente in tutto quello che faccio cerco sempre di mettere l’umanità davanti, ho puntato dritto su quello e mi sono descritto per quello che per adesso sento di essere.

Perderci nell’attimo riprende per assonanza “Perderci d’animo”, ma la sostituzione delle due ultime parole non potrebbe avvenire (?) visto che uno dei temi centrali è la consapevolezza. Come hai raggiunto questo tuo nuovo stato di consapevolezza, anche attraverso la musica?

Sì, sicuramente la musica ha aiutato molto, è un mezzo per me. Serve a comunicare in primis a me stesso. La consapevolezza arriva dalla vita passata, alla fine. Infatti parlo bene o male di passato, faccio sempre fatica a parlare di momenti presenti perché non mi sento ancora abbastanza consapevole per poterlo fare.

In “Come Bambini” cattura l’attenzione “impazzirei \ non esistessero parole – quelle che racconti \ quando non sai di che piangere.” Come esprimeresti te stesso se non esistesse la musica?

Non credo di poter rispondere, perché ho passato una vita a pensarlo e fortunatamente è arrivata la musica in soccorso.

All’interno dell’EP troviamo anche “Doccia Ghiaccia”, il primo brano presentato alle audizioni di XFactor: come descriveresti il tuo percorso da quel momento fino a qui?

Dal post X-Factor, il percorso è letteralmente cominciato da zero, con una credibilità mia (non parlo di credibilità agli occhi degli altri) e ai miei occhi differente. C’è più consapevolezza. Per il resto, si parte da zero: io ho il difetto di sentirmi sempre a zero ad ogni scalino che riesco a fare, quindi non mi sento sia cambiato nulla nonostante sia consapevole sia cambiato tanto.

Ad aprile sarai sul palco dell’Alcazar a Roma e del Circolo Biko a Milano: due speciali appuntamenti per portare la tua musica live. Cosa ci dobbiamo aspettare?

Dai live ci si deve aspettare uno spettacolo differente da quello che si può ascoltare con le cuffie oppure semplicemente dal telefono. Per me è tanto importante esprimermi live, perché è fondamentale nella comunicazione essere visti e guardati in faccia. Credo che il live sia effettivamente l’ambiente al quale punto quando dico di voler fare musica.

selmi roma

Ad aprile l’artista si esibirà live in due speciali appuntamenti a Roma e Milano. Di seguito le date in calendario: 7 APRILE 2024 – ROMA – ALCAZAR | 11 APRILE 2024 – MILANO – CIRCOLO BIKO

Info biglietti su DICE al seguente link: https://dice.fm/artist/selmi-7ngg7

La produzione dei due eventi è affidata a Palace Agency, una vera è propria factory fondata su VALORI come AMORE, INCLUSIONE, RICERCA.

Tutti gli articoli di UAU Music

Sending
User Review
0 (0 votes)