uau music

Maratona Sanremo: e siamo tutti dentro lo showbiz!

avatar
Scritto da Irene Pagnini

Partiamo dai dati e da un paragone improprio. Il Festival di Sanremo 2023 è un successo al di fuori dalla TV generalista. Quindi paragonare dati come quello che segue significa non analizzare i contesti ma limitarsi a valutazioni ottuse forse funzionali a obiettivi diversi da quello di cui si vuole discutere.

Sanremo 2023 irene pagnini

C’è chi dice, e condivido, che il Festival di Sanremo è cambiato e si è cambiato ma non è opportuno esprimere un giudizio in preda al moralismo, altrimenti si diventa catastrofisti e la neutralità in un mondo che evolve è d’obbligo. Il Festival di Sanremo, quello del 2023 in particolare, è cambiato perché il modo di interagire con questo prodotto dello showbiz è cambiato. Oggi il Festival è, a tutti gli effetti, un prodotto che muove miliardi di miliardi e si muove solo e in funzione di questo, che ci piaccia o no, il resto è aimè, un piccolo contorno. La musica è un contornuccio.

Cinquant’anni fa il Festival di Sanremo era una kermesse piuttosto genuina, delicata, davvero lo spirito nazionalpopolare aveva la meglio, aveva un sapore non politico orientato ma democristiano e equilibrato. Era per così dire davvero invidiabile. Per alcuni of course. Ec’è un aspetto su tutto, che vale la pena evidenziare se parliamo di cambiamento radicale e logiche ed equilibri: il Festival aveva la TV generalista come unico mezzo di fruizione. Se ne gustava l’attesa del festival, così come si gustava l’attesa di un gelato desiderato: oggi di gelati se ne comprano dieci al supermercato a offerta, e la sera se ne mangiano tre di fila alla TV in compulsione, mentre si guarda la serie del momento su Netflix, sempre in compulsione, episodio dopo episodio fino a crollare dal sonno.

Oggi il Festival è una full immersion all’interno dei social network, e non è un caso che l’ospite d’onore del Festival di Sanremo 2023 fosse Chiara Ferragni.

Ho visto personalmente un decimo di ciò che è realmente andato in onda (e non me ne pento visti macabri siparietti ogni tre per due) ma ho commentato h24 il Festival e ho saputo tutto quello che c’era da sapere grazie alle pagine che si immolano alla causa e ai meme che ne derivano. Solo per citarne due che adoro: Socialisti Gaudienti De Andrè racconta la Serie A (vi ho nel cuore a proposito del vostro algoritmo Facebook anche il mio va da schifo!).

Sanremo 2023 irene pagnini

Il punto è che per quattro cinque giorni l’anno mi piace ubriacarmi di un’Italia per com’è, malata patetica contraddittoria, e chi più ne ha più ne metta! Ho trovato un modo come un altro di divertirmi e di staccare la spina, la sera, quando arrivo esausta e ho fatto il mio dovere. Quando il Festival inizia per me e per molte pagine Facebook e molti ironici e autoironici comuni mortali inzia l’irrinunciabile cosiddetta maratona Sanremo e così siamo tutti dentro lo showbiz.

Irene Pagnini

Sending
User Review
0 (0 votes)