Cult - ura

AI… al museo! Tra Intelligenza Artificiale e Beni Culturali

ai al museo Simone Fagioli
avatar
Scritto da Alice Lavoratti

AI al museo, ovvero come si possa stringere una forte e produttiva alleanza tra Intelligenza Artificiale e Beni Culturali. Scopriamo insieme l’evento-conferenza tenutosi a Grosseto presso il Museo Archeologico e d’Arte della Maremma lo scorso 17 febbraio.

AI al museo e comprensione scientifica dei beni storici

Tra Intelligenza artificiale (AI) e Beni Culturali si può stringere una forte e produttiva alleanza nella direzione sia di una maggior comprensione scientifica e tutela dei beni storici, archeologici, architettonici, ma anche fotografie, manoscritti, libri, sia in senso divulgativo e didattico, con lo sviluppo di immagini, animazioni, testi adatti a tutte le età e utili per far conoscere meglio la storia e le possibilità di questi beni.

Sabato 17 febbraio 2024 al Museo Archeologico e d’Arte della Maremma (MaaM) di Grosseto, Simone Fagioli – che si occupa da molti di Intelligenza Artificiale, con un taglio antropologico, ma anche divulgativo – ha presentato il suo libro Ora! L’Infinita corsa dell’Intelligenza Artificiale.

In questa sede si è visto come le AI al museo siano uno strumento di vitale importanza per la divulgazione, il restauro e l’archiviazione di reperti storici. Scopriamo di più nei prossimi paragrafi.

Fagioli e le Intelligenze Artificiali!

Fagioli ha tenuto una partecipata ed intensa conversazione con il pubblico proprio su questi temi, introducendo gli aspetti più generali dell’IA.

Non solo. L’antropologo ha anche parlato dell’elaborazione e generazione di immagini e testi, approfondendo con alcuni reperti del Museo, in particolare le statue romane da Roselle, l’uso delle AI al museo, e più in generale a livello culturale. L’incontro è stato registrato ed è disponibile sulla pagina YouTube del Museo:

Diretta all’evento-conferenza con intervento dell’antropologo ed esperto di Intelligenza Artificiale, Simone Fagioli.

Vuoi scoprire di più sul mondo dell’Intelligenza Artificiale applicata ai Beni Culturali? Trovi un approfondimento sul magazine con un intervista a Simone Fagioli, in cui l’esperto e antropologo ci racconta come poter utilizzare le AI nel contesto museale e archivistico.

ai al museo con Simone Fagioli
Druso, elaborazione della scultura (Wombo Dream). © Simone Fagioli 2024

Se vuoi conoscere anche la visione di Fagioli sulle AI applicate al mondo dello spettacolo clicca qui.

Sending
User Review
0 (0 votes)